Ajahn Sumedho

//Ajahn Sumedho

Ajahn-SumedhoAjahn Sumedho detto Luang Por Sumedho (Seattle, 27 luglio 1934) è un monaco e abate statunitense.

Luang Por Ajahn Sumedho, nato negli Stati Uniti come Robert Jackman, è il monaco anziano che rappresenta in Occidente la tradizione thailandese dei Monaci della foresta del Buddhismo Theravada.

È stato abate del monastero di Amaravati, in Inghilterra, dalla fondazione nel 1984, fino al giorno del suo ritiro nel 2010. Luang Por significa Venerabile Padre, ed è un titolo onorifico e un attestato di affetto in lingua thai.
Ajahn significa maestro.

È stato monaco: bhikkhu per quarantacinque anni ed è considerato una figura di riferimento per la diffusione del buddhismo theravada in Occidente.

Ajahn Sumedho è una figura di primo piano nella Tradizione della Foresta thailandese. È noto per uno stile di insegnamento diretto e pratico[5]. Nei suoi discorsi egli sottolinea la qualità intuitiva della consapevolezza e l’integrazione di questo tipo di consapevolezza nella vita quotidiana. Come la maggior parte degli insegnanti della tradizione della foresta, Ajahn Sumedho tende ad evitare astrazioni intellettuali sulla dottrina buddhista e si concentra quasi esclusivamente sulle loro applicazioni pratiche, vale a dire lo sviluppo di saggezza e compassione nella vita quotidiana[6]. Il suo consiglio più consistente può essere parafrasato: “vedere le cose nel modo in cui sono in realtà“, piuttosto che il modo in cui si desidera o non si desidera che siano (“In questo momento, è così …“)[7]. Suggerisce spesso agli ascoltatori di praticare per sperimentare personalmente gli effetti della meditazione. Gli studenti notano che – nei suoi colloqui sulla pratica di meditazione – Luang Por Sumedho impegna i suoi ascoltatori con un senso dell’umorismo spesso intessuto di aneddoti divertenti, tratti dalle sue esperienze di monaco e dalle sue esperienze di vita (“Everything belongs”: “Tutto appartiene”)[8].
Fonte wikipedia – https://it.wikipedia.org/wiki/Ajahn_Sumedho

16 05, 2019

Vivere nel presente

Maggio 16th, 2019|Categories: Ajahn Sumedho, Frase del giorno, Presenza mentale|0 Commenti

Colmando la mente di concetti e opinioni, non facciamo che accrescere i nostri dubbi. Solo imparando a svuotarla arriveremo ad una mente distaccata, silenziosa, non condizionata, libera di vivere nel presente. (Achaan Sumedho - La mente silenziosa)

29 03, 2019

La libertà del cuore – Ajahn Sumedho

Marzo 29th, 2019|Categories: Ajahn Sumedho, Amore|0 Commenti

Molte persone si servono del concetto di libertà come ideale da seguire nella vita. Vogliamo ottenere una qualche forma di libertà: libertà fisica, spirituale o emotiva. Nessuno vuole essere imprigionato, costretto, legato, perciò la libertà diventa un ideale. È un concetto importante da contemplare, perché non sempre capiamo cosa significhi [ Continua a leggere ... ]

27 07, 2016

Lasciar andare – Ajahn Sumedho

Luglio 27th, 2016|Categories: Ajahn Sumedho, Frase del giorno|0 Commenti

Dunque, anziché usare parole come ottenere, raggiungere, diventare, è meglio usare termini come abbandonare e lasciar andare, perché rappresenta meglio la nostra pratica. Più che raggiungere qualcosa lasciamo andare quello a cui siamo attaccati, nel momento in cui comprendiamo la sofferenza che creiamo attraverso l’attaccamento. (Ajahn Sumedho) Se vuoi puoi [ Continua a leggere ... ]

27 06, 2016

Il dono della gratitudine – Ajahn Sumedho

Giugno 27th, 2016|Categories: Ajahn Sumedho, Gratitudine|0 Commenti

Mio padre è morto circa sei anni fa. Aveva novant’anni e fino a quel momento non aveva mai espresso sentimenti di amore e di affetto nei miei confronti. Fin dalla mia infanzia ho sempre pensato che non gli piacessi e mi sono portato avanti questa sensazione per la maggior parte [ Continua a leggere ... ]

21 02, 2014

La devozione viene dal cuore – Ajahn Sumedho

Febbraio 21st, 2014|Categories: Ajahn Sumedho, Amore|1 Commento

Se si pensa al valore che il Buddhismo attribuisce alla consapevolezza e alla saggezza, si può avere l'impressione che la vita spirituale sia un tentativo di guardare tutto con occhi spietatamente obiettivi. Anziché sentire le cose, ci si chiede di vedere tutto come anicca, dukkha e anattā (impermanente, insoddisfacente e [ Continua a leggere ... ]

12 04, 2013

Ritrovare il silenzio – Ajahn Sumedho

Aprile 12th, 2013|Categories: Ajahn Sumedho|0 Commenti

Dunque, per la mente illuminata non si tratta di ottenere il massimo. Non si tratta di dover avere la migliore salute possibile e le migliori condizioni possibili, non si tratta di alimentare un senso dell’io, di qualcuno che agisce solo se ha il meglio. Quando cominciamo a renderci conto che [ Continua a leggere ... ]

7 03, 2013

Il suono del silenzio – Ajahn Sumedho

Marzo 7th, 2013|Categories: Ajahn Sumedho, Libro consigliato, Meditazione|0 Commenti

"La consapevolezza è la via del senza morte". Questo verso del Dhammapada è sempre stato fonte di riflessione e di conforto per l'autore lungo tutta una vita dedicata alla pratica e poi all'insegnamento del buddhismo theravada, l'antica via dei primi discepoli del Buddha. Come il Buddha, e come il suo [ Continua a leggere ... ]

25 01, 2013

I tre rifugi – Ajahn Sumedho

Gennaio 25th, 2013|Categories: Ajahn Sumedho|0 Commenti

Quasi tutte le tradizioni buddhiste prevedono il prendere rifugio nel Buddha, nel dhamma e nel sangha. Questi tre elementi costituiscono un punto focale per il nostro impegno e per le nostre riflessioni sulla pratica. Il primo rifugio: il Buddha Il primo rifugio è il Buddha, spesso raffigurato da un'immagine su [ Continua a leggere ... ]

11 11, 2011

Così com’è – Achaan Sumhedo

Novembre 11th, 2011|Categories: Ajahn Sumedho, Risveglio, Saggezza|0 Commenti

Quanti di voi oggi hanno  praticato  con l'intento di diventare qualcosa?  "Sono  riuscito  a fare  questo diventare  quello...  a liberarmi  di una cosa...  a raggiungerne  un altra... Questo meccanismo  si  infiltra  persino   nella  nostra   pratica  del  Dhamma. Questo e' il modo  in cui sono  le cose, non  e un  atteggiamento [ Continua a leggere ... ]

4 10, 2011

Un brutto granello di sabbia – Ajahn Sumedho

Ottobre 4th, 2011|Categories: Ajahn Sumedho|0 Commenti

Quando non siamo vigili, tendiamo a lasciarci catturare dalla forza d'inerzia delle nostre abitudini, tra cui quella di preoccuparsi è la più forte. Preoccuparsi molto conduce alla pazzia, eppure alcuni ritengono che se non si preoccupano sono degli irresponsabili; per costoro 'preoccuparsi' significa 'prendersi cura', mentre la preoccupazione è semplicemente [ Continua a leggere ... ]

28 09, 2011

Il silenzio e lo spazio – Ajahn Sumedho

Settembre 28th, 2011|Categories: Ajahn Sumedho, Consapevolezza|0 Commenti

Secondo uno stile di vita mondano, il silenzio è qualcosa di cui non vale la pena occuparsi. È più importante pensare, creare, fare cose: riempire il silenzio con il suono. Di solito pensiamo ad ascoltare il suono, la musica, qualcuno che parla; riguardo al silenzio, crediamo che non ci sia [ Continua a leggere ... ]

29 07, 2011

Opinioni e punti di vista – Ajahn Sumedho

Luglio 29th, 2011|Categories: Ajahn Sumedho|0 Commenti

  Riflettere sul tornare al centro … il che significa che ciascuno di noi, in questo momento, è il centro dell'universo. Non è un'interpretazione soggettiva, in questo momento è una realtà. Voi siete, nel contesto della mia esperienza del presente, l'oggetto; il centro è qui e ora, in questo punto [ Continua a leggere ... ]

20 10, 2010

So che non so – Ajahn Sumedho

Ottobre 20th, 2010|Categories: Ajahn Sumedho, Consapevolezza|0 Commenti

Discorso tenuto a Morlupo il 1 novembre 1999. Questa sera, nella riflessione sulla pratica, vorrei mettere in rilievo il suo luogo, quello speciale laboratorio che si trova nel nostro cuore e nella nostra mente. Attraverso la consapevolezza intuitiva, facciamo attenzione a come sono le cose, rendendocene pienamente coscienti, perché in [ Continua a leggere ... ]

13 07, 2010

Come essere niente – Ajahn Sumedho (1)

Luglio 13th, 2010|Categories: Ajahn Sumedho, Attaccamento|1 Commento

Spero che questo ritiro vi abbia offerto incoraggiamento, comprensione e ispirazione per proseguire nella pratica meditativa. Ho sottolineato ripetutamente l’importanza della fiducia nella vostra capacità di essere presenti, il senso profondo dell’investire di fede il semplice atto di essere attenti e presenti, e in ascolto, aperti e ricettivi. Il condizionamento [ Continua a leggere ... ]

13 07, 2010

Come essere niente – Ajahn Sumedho (2)

Luglio 13th, 2010|Categories: Ajahn Sumedho, Attaccamento|1 Commento

Prima era come se l’apprezzamento per gli insegnamenti buddhisti venisse dalla testa: era molto intellettuale, teorico, come se non avesse ancora raggiunto il cuore, malgrado il mio grande interesse e la grande fiducia. Allora, dopo questa esperienza di gratitudine che per me fu un'apertura del cuore, cominciai a comprendere veramente [ Continua a leggere ... ]

8 04, 2010

La vita è così

Aprile 8th, 2010|Categories: Ajahn Sumedho, Articoli, Vita e morte|1 Commento

Prima di diventare monaco facevo l’insegnante di inglese a Bangkok. Era il 1966 e in Thailandia c’erano molte basi militari dell’aviazione americana. Uno degli insegnanti della scuola di lingue era un aviatore americano. Una volta, quando tornò dopo un’assenza di circa una settimana, gli chiesi dove fosse stato.

12 03, 2010

Così com’è – Ajahn Sumedho

Marzo 12th, 2010|Categories: Ajahn Sumedho, Articoli, Presenza mentale, Qui ed ora|1 Commento

Così com'è del venerabile Ajahn Sumedho © Ass. Santacittarama,2002. Tutti i diritti sono riservati. SOLTANTO PER DISTRIBUZIONE GRATUITA. Traduzione di Chandravimala Candiani. Il seguente insegnamento è tratto dai primi due discorsi tenuti alla comunità monastica di Amaravati durante il ritiro invernale del 1988. “La mente di un illuminato è flessibile, [ Continua a leggere ... ]

12 03, 2010

Così com’è – Ajahn Sumedho – parte 2

Marzo 12th, 2010|Categories: Ajahn Sumedho, Presenza mentale, Qui ed ora|1 Commento

Così com'è del venerabile Ajahn Sumedho © Ass. Santacittarama,2002. Tutti i diritti sono riservati. SOLTANTO PER DISTRIBUZIONE GRATUITA. Traduzione di Chandravimala Candiani. Il seguente insegnamento è tratto dai primi due discorsi tenuti alla comunità monastica di Amaravati durante il ritiro invernale del 1988. [...] continua dalla prima parte Notate come [ Continua a leggere ... ]

7 12, 2009

La mente condiziona il mondo – parte 1

Dicembre 7th, 2009|Categories: Ajahn Sumedho, La mente|Tags: , , |1 Commento

La mente condiziona il mondo del venerabile Ajahn Sumedho © Ass. Santacittarama, 2009. Tutti i diritti sono riservati. SOLTANTO PER DISTRIBUZIONE GRATUITA. Traduzione di Federico Petrangeli Tratto da "Forest Sangha Newsletter", luglio 1988, n. 5. Quando cerchiamo di capire come vivere la nostra vita, dovremmo anche considerare che il modo [ Continua a leggere ... ]

7 12, 2009

La mente condiziona il mondo – parte 2

Dicembre 7th, 2009|Categories: Ajahn Sumedho, La mente|1 Commento

La mente condiziona il mondo del venerabile Ajahn Sumedho © Ass. Santacittarama, 2009. Tutti i diritti sono riservati. SOLTANTO PER DISTRIBUZIONE GRATUITA. Traduzione di Federico Petrangeli Tratto da "Forest Sangha Newsletter", luglio 1988, n. 5. leggi parte 1 Possiamo vederlo in Inghilterra, ora che anche qui ci sono persone che [ Continua a leggere ... ]

Send this to a friend