ISCRIZIONE ALLA FRASE DEL GIORNO

Con l’iscrizione riceverai un pensiero al giorno simile a quelli che trovi in questa pagina. Ti potrai rimuovere dalla newsletter in qualsiasi momento e con effetto immediato.

Si prega di attendere ...

FRASE DEL GIORNO DI OGGI

Ogni volta

Ogni volta che si rinuncia a qualcosa, ci si illude.
Cosa ne dite? Ci si illude. A cosa si rinuncia?
Ogni volta che si rinuncia a qualcosa, si rimane legati
per sempre all’oggetto della rinuncia.
In India c’è un guru che dice: “Ogni volta che viene da me
una prostituta, non mi parla d’altro che di Dio. Mi dice: ‘sono stufa della vita che faccio.
Voglio Dio’. Ma ogni volta che viene da me un prete, non mi parla d’altro che di sesso”.
Infatti, quando si rinuncia a qualcosa, si rimane vincolati a quella cosa per sempre.
Quando si combatte qualcosa, le si è legati per sempre. Finché la si combatte,
le si dà potere. Le si dà un potere pari a quello impiegato per combatterla.
Dunque bisogna ‘accogliere’ i propri demoni, perché combattendo contro di essi
si dà loro potere. Nessuno ve l’ha mai detto prima d’ora? Quando si rinuncia a qualcosa,
vi si rimane legati. L’unico modo per uscirne è non lasciarsi ingannare.
Non rinunciate, ma “non lasciatevi ingannare”. Cercare di capire il vero valore
di quella cosa, e non avrete bisogno di rinunciarvi: semplicemente, vi cadrà dalle mani.

(Tratto da Messaggio per un’Aquila che si crede un Pollo – Anthony de Mello)

FRASE DEL GIORNO

13Nov, 2018

Troverai sempre

Troverai sempre qualcuno che troverà qualcosa che non va in te, perché non ha trovato se stesso. Chi non è [ Continua a leggere ... ]

09Nov, 2018

La realtà c’è

Se dite: “Ho sperimentato l’unità”, state mentendo perché l’unità non può essere sperimentata. La realtà c’è quando dimenticate tutto. (Tratto [ Continua a leggere ... ]

08Nov, 2018

La carità è interesse personale

La carità è in realtà , l’interesse personale mascherato da altruismo. Voi dite che è difficile accettare che ci possano [ Continua a leggere ... ]

07Nov, 2018

Lì c’è l’Amore

Se nella nostra Vita c'è qualcosa che non facciamo per ottenere qualcos'altro, quel qualcosa è la parte più sacra della [ Continua a leggere ... ]

06Nov, 2018

Non identificarti

Lascia che questa diventi la chiave – la prossima volta che appare la rabbia, osservala. Non dire: “Sono arrabbiato”. Dici: [ Continua a leggere ... ]

31Ott, 2018

Non possiamo ascoltare

Se non abbiamo ascoltato a fondo noi stessi non possiamo ascoltare a fondo gli altri. (Thich Nhat Hanh)

30Ott, 2018

Diventa padrone

Prima di mostrare il cammino ad altri consolidalo in te, se vuoi evitare la sofferenza. Pratica ciò che predichi. Prima [ Continua a leggere ... ]

29Ott, 2018

La pura e semplice consapevolezza

Qualsiasi accumulo di conoscenza o di esperienza, ogni tipo di ideale o di immaginazione, qualsiasi pratica che tenda a plasmare [ Continua a leggere ... ]

STORIELLE ZEN

Una tazza di tè

Un filosofo si recò un giorno da un maestro zen e gli dichiarò: "Sono venuto a informarmi sullo Zen, su [ Continua a leggere ... ]

Ognuno trova ciò che ha – Storiella Zen

Un giorno, un vecchio saggio era ai bordi di un’oasi di approvvigionamento per cammelli. Si trovava alle porte del del [ Continua a leggere ... ]

I due vasi – Storiella Zen

Un’anziana donna cinese aveva due grandi vasi, ciascuno sospeso all’estremità di un palo che lei portava sulle spalle. Uno dei [ Continua a leggere ... ]

Il maestro e lo scorpione – Storiella Zen

Un Maestro zen vide uno scorpione annegare e decise di tirarlo fuori dall’acqua. Quando lo fece, lo scorpione lo punse. [ Continua a leggere ... ]

I due monaci – Ramesh Balsekar

Due giovani monaci studiavano in seminario, ed entrambi erano incalliti fumatori. Il loro problema era: "Posso fumare mentre prego?" Non [ Continua a leggere ... ]

La pratica della consapevolezza – Henepola Gunaratana

Gli antichi testi Pali paragonano la meditazione all’addomesticare un'elefante selvaggio. A quei tempi, con una corda resistente si legava ad [ Continua a leggere ... ]

ULTIMI ARTICOLI

Sincerità – Jiddu Krishnamurti

26 ottobre 2018|0 Commenti

C’era una piccola striscia di prato verde, con fiori variopinti ai suoi margini. Era un praticello ben tenuto al quale si prestavano le maggiori cure, perché il sole faceva del suo meglio per bruciare l’erba e far avvizzire i fiori. Oltre quel delizioso giardino, al di là di molte case, si stendeva il mare azzurro, che scintillava al sole, e vi navigava una vela bianca. La stanza si affacciava sul giardino, dominava le case e le cime degli alberi e [ Continua a leggere ... ]

Consapevolezza e libertà

20 marzo 2018|0 Commenti

La meditazione è un semplice processo di osservazione della propria mente, senza combattere con la mente e senza cercare di controllarla. Resti lì, presente, come un testimone che non sceglie. Prendi nota di tutto ciò che passa, senza alcun pregiudizio a favore o contro. Non attribuire nomi, non dire: questo non dovrebbe venire nella mia mente, questo è un pensiero brutto e questo è un pensiero bello e virtuoso. Non devi giudicare, devi rimanere senza giudizi, perché nel momento in [ Continua a leggere ... ]

Il piacere dagli oggetti dei sensi

28 febbraio 2018|0 Commenti

Lo yogin può prendere piacere dagli oggetti dei sensi; anzi, in verità egli è specificamente invitato a farlo, purché mantenga un'attitudine desta e consapevole [...]. Il piacere che traiamo dagli oggetti fisici è, in realtà, il riposo di cui godiamo quando l'attività della mente si arresta per un momento e si delizia esclusivamente della fonte del piacere. Ogni piacere, in altri termini, è essenzialmente spirituale. È uno stato che il soggetto esperisce, non una proprietà dell'oggetto. [...] Lo yogin deve [ Continua a leggere ... ]

La trasformazione … chi sei veramente?

21 gennaio 2018|0 Commenti

La trasformazione del mondo avviene con la trasformazione di noi stessi. Noi siamo il risultato di quel grande processo che è costituito dall’esistenza umana, di cui facciamo parte. Per trasformare noi stessi è fondamentale la conoscenza di sé. Se non conoscete che cosa siete, non potete pensare correttamente e quindi non potrà esserci alcuna trasformazione. Dobbiamo conoscere noi stessi così come siamo; non importa molto quello che desideriamo essere, che costituisce un ideale immaginario, privo di realtà. Solo quello che [ Continua a leggere ... ]

Send this to a friend