FRASE DEL GIORNO DI OGGI

Schiavi del desiderio

Se siamo schiavi del desiderio è perché lo consideriamo fonte di felicità. Considerandolo invece da una diversa angolazione, il suo potere scemerà e si avrà un’inversione di tendenza in direzione della rinuncia.
Lo strumento che modifica l’angolazione è chiamato saggia riflessione (Yoniso Manasikāra). Osservare il dukkha implicito nel desiderio è uno dei modi per rivolgere la mente alla rinuncia.
Passare dal desiderio alla rinuncia non equivale a passare dalla felicità all’affanno, dall’abbondanza alla privazione.
Significa invece trasferirsi da una forma di piacere più grossolano, più invischiante, a una forma di felicità e pace più elevata;da una condizione di dipendenza alla padronanza di Sé.
(Bhikkhu Bodhi, Il Nobile Ottuplice Sentiero)

Leggi e scarica gratuitamente (PDF):
L’albero dell’Illuminazione
Le-Quattro-Nobili-Verita-Ajahn-Sumedho

ISCRIZIONE ALLA FRASE DEL GIORNO

Con l’iscrizione riceverai un pensiero al giorno simile a quelli che trovi in questa pagina. Ti potrai rimuovere dalla newsletter in qualsiasi momento e con effetto immediato.

Vai al sito incensigiapponesi.com

FRASE DEL GIORNO

Il cambiamento

Se comprendiamo che la vera natura delle cose è transitoria, non saremo sconvolti dal cambiamento, quando avverrà, neppure da quello [ Continua a leggere ... ]

Schiavi del desiderio

Se siamo schiavi del desiderio è perché lo consideriamo fonte di felicità. Considerandolo invece da una diversa angolazione, il suo [ Continua a leggere ... ]

Stai cercando me?

Stai cercando me? Sono nella sedia accanto. La mia spalla è contro la tua. Non mi troverai negli stupa, o [ Continua a leggere ... ]

l’inizio di un rapporto

Inizia sempre un rapporto chiedendoti: Ci sono secondi fini nel mio desiderio di avvicinarmi a questa persona? Il mio interesse [ Continua a leggere ... ]

Il retto discorso

Allo scopo di praticare il retto discorso, dobbiamo per prima cosa prenderci il tempo di guardare a fondo dentro noi [ Continua a leggere ... ]

Innamorati delle catene

Il mondo intero aspira alla libertà, eppure ogni creatura è innamorata delle proprie catene. Questo è il primo paradosso e [ Continua a leggere ... ]

La libertà dal condizionamento

Il desiderio di liberarsi dal condizionamento rende il condizionamento ancora più consistente. Se, invece di reprimerlo, capissimo a fondo come [ Continua a leggere ... ]

Provando empatia

Provando empatia per gli altri si scopre che tutti gli esseri amano la vita e temono la morte. Allora, non [ Continua a leggere ... ]

Far felici noi stessi

Non far del male agli esseri viventi che come noi cercano appagamento significa far felici noi stessi. (Dhammapada 132) Tratto [ Continua a leggere ... ]

Con etica e passione

Leggete, studiate, e lavorate sempre con etica e con passione; ragionate con la vostra testa e imparate a dire di [ Continua a leggere ... ]

Una sola esistenza

Ridere spesso e di gusto; ottenere il rispetto di persone intelligenti e l’affetto dei bambini; prestare orecchio alle lodi di [ Continua a leggere ... ]

Non agire

Non-agire non sottintende indolenza o passività. Al contrario. Occorre grande coraggio ed energia per coltivare il non-agire sia nello stato [ Continua a leggere ... ]

Senza la pace

Quando la pace regna nella mente, si è sempre contenti, anche se all'esterno le condizioni non sono tra le migliori. [ Continua a leggere ... ]

Credere alle cose

Credere che siamo solo mossi e toccati dagli aspetti visibili delle cose, è stupidità manifesta. (Giordano Bruno)

Lo zen senza nessuno scopo

La filosofia dello Zen non ha uno scopo, è senza oggetto e senza profitto. Soltanto la pratica permette di capire [ Continua a leggere ... ]

Le cose più profonde

Tutto ciò che è profondo ama mascherarsi; le cose più profonde odiano l'immagine e la similitudine. (Nietzche)   Foto di [ Continua a leggere ... ]

Sperimentare

Sperimentare significa conoscere le cose come sono. Significa conoscerle mettendo completamente da parte i propri artifici ed essere guidati dalle [ Continua a leggere ... ]

La natura essenziale della mente

Quando la mente, invece di interessarsi al continuo cambiamento di pensieri, immagini, sensazioni e percezioni, si volge alla sua stessa [ Continua a leggere ... ]

In ascolto

Nei diversi ruoli che ogni giorno dobbiamo rivestire come genitori, coniugi, figli, amici, lavoratori, possiamo imparare a porci in ascolto, [ Continua a leggere ... ]

La dipendenza

L’approvazione, il successo, gli elogi, la valorizzazione sono le droghe con cui la società ha alimentato la nostra dipendenza al [ Continua a leggere ... ]

L’eliminazione dell’idea – Ramesh Balsekar

La liberazione (spirituale) consiste solo nell’eliminazione dell’idea che ci sia qualcuno che ha bisogno di liberazione. (Ramesh Balsekar)

L’unica sofferenza

L'unica sofferenza che si può evitare è la sofferenza di cercare di evitare la sofferenza. (Ronald David Laing)

Chissà se l’amo?

Chissà se l'amo? È un dubbio che m'accompagnò per tutta la vita e oggidì posso pensare che l'amore accompagnato da [ Continua a leggere ... ]

La fine della sofferenza

La fine della sofferenza avviene esattamente nel luogo in cui è stata generata. Quando risaliamo alla sorgente di un certo [ Continua a leggere ... ]

Nella mente

Nella mente del principiante ci sono molte possibilità, in quella da esperto poche. (Suzuki Roshi – Mente zen mente di [ Continua a leggere ... ]

La consapevolezza

La consapevolezza è la via della non-morte La distrazione è la via della morte Chi è consapevole non muore Chi [ Continua a leggere ... ]

La nostra saggezza

Sono in molti a pensare che il buddhismo sia una pratica spiacevole, che rende infelici. Infatti vi si insegna la [ Continua a leggere ... ]

ULTIMI ARTICOLI

Lo yoga della Bhagavad Gita (libro)

Luglio 2nd, 2020|0 Commenti

Questo libro è forse il più bello che sia mai stato scritto da mano umana. Mai era stato enunciato con più forza il principio di Unità degli esseri e delle cose, essenza e punto culminante della filosofia indiana. Negli « Essays on the Gita » Sri Aurobindo compie uno degli studi più profondi ecompleti su questa importante Scrittura, illuminandoci sulla complessità del pensiero filosofico-religioso indù. Il nostro testo consiste nella traduzione dei versetti originali della Gita, seguiti dal commento, costituito [ Continua a leggere ... ]

Addestrarsi con tutto il cuore

Luglio 2nd, 2020|0 Commenti

Vivevamo con la febbre, affrontavamo la morte e siamo sopravvissuti tutti. Ma non è mai stato un problema. In ogni casa e in ogni comunità, che si viva in città, in campagna, nella foresta, o sulle montagne, siamo tutti uguali nell’esperire la felicità e la sofferenza. Molti di noi mancano di un luogo che faccia da rifugio, un campo o un giardino dove si possano coltivare le qualità positive del cuore. Viviamo questa povertà spirituale perché non abbiamo un vero [ Continua a leggere ... ]

Trascendere il bisogno di ottenere approvazione

Giugno 19th, 2020|0 Commenti

Cercare l’approvazione altrui è anch’esso un grande ostacolo per l’autenticizzazione, che è un modo per definire l’individualizzazione, cioè la maturazione spirituale. Riconoscendosi attraverso il riconoscimento altrui abbiamo bisogno di altri per valorizzarci, per definire il proprio valore. Certo, se la persona che approva ciò che facciamo è qualitativa, l’approvazione può essere un elemento molto positivo, ma l’Autenticità implica anche la libertà dalle opinioni altrui. Libertà che non andrebbe intesa come fregarsene delle opinioni altrui. Anzi, è molto importante dare molta [ Continua a leggere ... ]

Reale e sogno

Maggio 28th, 2020|0 Commenti

La pratica è l'uscita da qualsiasi idea di spiritualità che non sia la radicale abitazione dell'adesso. E rispetto a questa abitazione ci sono tutti i miei desideri riguardanti l'adesso. tutte le mie speranze e obiezioni sull'adesso. Sono proprio esse che mi fanno entrare in una fantasiosa spiritualità secondo la quale dovrebbe capitare qualcosa di particolare a questo adesso. Ma l'adesso sempre mi riporta qui e mi fa capire quanto sono lontano dalla semplicità dell'abitarlo. L'adesso mi ricorda quanto io pensi [ Continua a leggere ... ]

STORIELLE ZEN

Una tazza di tè

Un filosofo si recò un giorno da un maestro zen e gli dichiarò: "Sono venuto a informarmi sullo Zen, su [ Continua a leggere ... ]

Ognuno trova ciò che ha – Storiella Zen

Un giorno, un vecchio saggio era ai bordi di un’oasi di approvvigionamento per cammelli. Si trovava alle porte del del [ Continua a leggere ... ]

I due vasi – Storiella Zen

Un’anziana donna cinese aveva due grandi vasi, ciascuno sospeso all’estremità di un palo che lei portava sulle spalle. Uno dei [ Continua a leggere ... ]

Il maestro e lo scorpione – Storiella Zen

Un Maestro zen vide uno scorpione annegare e decise di tirarlo fuori dall’acqua. Quando lo fece, lo scorpione lo punse. [ Continua a leggere ... ]

I due monaci – Ramesh Balsekar

Due giovani monaci studiavano in seminario, ed entrambi erano incalliti fumatori. Il loro problema era: "Posso fumare mentre prego?" Non [ Continua a leggere ... ]

La pratica della consapevolezza – Henepola Gunaratana

Gli antichi testi Pali paragonano la meditazione all’addomesticare un'elefante selvaggio. A quei tempi, con una corda resistente si legava ad [ Continua a leggere ... ]

La rinuncia

La rinuncia non consiste nel fare a meno delle cose di questo mondo, ma nell’accettare che se ne vadano via. (Shunryu Suzuki-Roshi)

Le aspettative della coppia

Quando le aspettative si fanno numerose, nel rapporto amoroso aumenta la pressione. Quando la pressione aumenta, il rapporto diventa esplosivo. Voi non vi siete messi insieme per essere plasmati dalle [ Continua a leggere ... ]

L’unico strumento

Non abbiamo bisogno di più soldi, più fama e più successo, nè di un corpo o un partner perfetti; in qualsiasi momento della vita, compreso quello presente, abbiamo una mente, [ Continua a leggere ... ]

Amare il prossimo

Se si ha fame, si mangia, non per amore di Dio, ma perché si ha fame. Se uno sconosciuto prostrato ai bordi della strada ha fame, bisogna dargli da mangiare, [ Continua a leggere ... ]

Unico e se stesso

Una delle superstizioni più frequenti e diffuse è che ogni uomo abbia solo certe qualità definite, che ci sia l'uomo buono, cattivo, intelligente, stupido, energico, apatico, eccetera. Ma gli uomini [ Continua a leggere ... ]

Piu facile comunicare

"Credo sia la prima volta che vi vedo ma, per me, avere di fronte un amico di vecchia data o uno nuovo, non fa molta differenza. Ho infatti sempre pensato [ Continua a leggere ... ]

Invisibile

Se dovessi entrare nel tempio per il solo scopo di chiedere non dovrai ricevere. E se dovessi entrarci per umiliarti non migliorerai; o persino se dovessi entrarci per chiedere il [ Continua a leggere ... ]

Chi va in cerca

Chi va sempre in cerca dei difetti degli altri moltiplica i propri vizi e si allontana dalla libertà. (Dhammapada, 253)

Non commettere l’errore

Dio è puro amore. Non commettere l’errore di pensare che il Divino giudichi il mondo secondo criteri umani. (Mooji)

Per essere felici

C'è un segreto per essere felici? Basta partire dal presupposto che la vita è perfetta, che l'universo funziona perfettamente  e che il nostro corpo (anch'esso perfetto) può svolgere contemporaneamente milioni [ Continua a leggere ... ]

Schiavitù e libertà emotiva

"Bene" chiederete, "ho capito il valore di non identificarsi con le emozioni, di non renderle un 'io', ma come si fa"? Farlo non è facile. E' così facile farsi catturare [ Continua a leggere ... ]

Se non siamo

Un giorno il Buddha sollevò un fiore davanti a un pubblico di 1.250 monaci e monache. Non disse nulla per un periodo di tempo abbastanza lungo. Tutti stavano perfettamente in [ Continua a leggere ... ]

La sola ricchezza – Gustavo Rol

Ogni giorno di più mi convinco che lo sperpero della nostra esistenza risiede nell'amore che non abbiamo donato. L'amore che doniamo è la sola ricchezza che conserveremo per l'eternità. (Gustavo [ Continua a leggere ... ]

Cercare all’esterno – Charlotte Joko Beck

Se smettiamo di cercare, cosa ci resta? Ci resta ciò che è sempre stato qui, al centro. Dietro alla ricerca c'è l'angoscia, il disagio. Quando lo capiamo, vediamo che il [ Continua a leggere ... ]

Accetta la tristezza

Accetta la tristezza, dalle il benvenuto, lascia che sia un ospite beneaccetto. E osservala con attenzione in profondità, con amore, con attenzione. Sii un vero anfitrione! E rimarrai sorpreso, sorpreso [ Continua a leggere ... ]

Se potessimo vederci

Poi fu come se all’improvviso avessi visto la bellezza segreta del loro cuore, la profondità del loro cuore dove non poteva arrivare né peccato né desiderio né conoscenza di sé, [ Continua a leggere ... ]

E’ importante annaffiare

E’ importante annaffiare i fiori della nostra vita e non le erbacce e concentrarsi su quelle poche cose che possono segnare una differenza positiva: “Dove va la tua attenzione, là [ Continua a leggere ... ]

Il risvegliato

Il risvegliato è colui la cui mente e' serena e ha trascseso il dilemma del bene e del male, e' libero da ogni timore. (Dammapada 39) Pagina Dhammapada scaricabile gratuitamente

La vera solidarietà

La vera solidarietà inizia con la fine della percezione chiamata separazione. (Andrea Pangos)

La terza nobile verità

DOMANDA: Qual è la Terza Nobile Verità? RISPOSTA: La Terza Nobile Verità è che la sofferenza può essere superata e la felicità raggiunta. Questa è magari la più importante delle [ Continua a leggere ... ]

Non accettare mai

Non accettare mai le opinioni degli altri su di te, buone o cattive, dì loro semplicemente: "Spiacente. Per favore tenete per voi la vostra opinione, io sono me stesso". Se [ Continua a leggere ... ]

Le cose così come sono

... e’ un gran sollievo quando si accetta la situazione cosi com’e, anche se non e’ particolarmente piacevole; perchè l’unica  vera infelicita’ e nel non volere che le cose stiano [ Continua a leggere ... ]

Quando parli

Quando parli, fa sì che le tue parole siano meglio del silenzio. (Proverbio Indiano)

La quatra nobile verità

DOMANDA: Qual è la Quarta Nobile Verità? RISPOSTA: La Quarta Nobile Verità è il Sentiero che conduce al superamento della sofferenza. Questo sentiero è chiamato il Nobile Ottuplice Sentiero e [ Continua a leggere ... ]

Non desiderare nulla

Come il contadino incanala l'acqua, come il fabbro raddrizza le sue frecce, come il falegname lavora il legno, così il saggio lavora se stesso. Come una rupe non è scossa [ Continua a leggere ... ]

Load More Posts
Send this to a friend